Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.

Dalla ricchezza delle esperienze e delle realizzazioni che abbiamo presentato emerge la necessità di trarre alcune linee per la definizione di modelli scientifici che riescano a far coniugare il vissuto con le linee teoriche e, viceversa, a tradurre quanto deriva dalle elaborazioni culturali nella prassi medica.

Perché quanto sviluppato fino ad ora trovi una sua continuità e possa dar origine ad ulteriori sviluppi, si propongono alcuni obiettivi.

 

1) Ipotesi formative

– Gruppo di studio internazionale per l’elaborazione di linee culturali sulle tematiche emerse dal congresso.

– Seminari di approfondimento e confronto della prassi medica nelle specifiche discipline

– Corsi di formazione.

– Elaborazioni di proposte per introdurre nei curricula universitari moduli formativi sulla comunicazione e la relazionalità.

 

 

2) Sviluppo di modelli applicativi

– Progetti basati sull’interdipendenza (tra servizi, enti, istituzioni, sistemi sanitari).

– Protocolli di ricerca per la validazione dell’efficacia di una metodologia basata sulla “reciprocità” applicata nei diversi contesti professionali.

– Sviluppo di “sinergie” tra associazioni, privati, enti che promuovono servizi per la valorizzazione della relazione in medicina.

 

Siamo consapevoli di essere solo all’inizio di questo percorso nel quale ciascuno può e deve sentirsi interpellato, ma anche ci rendiamo conto della difficoltà e complessità dell’impresa: perciò ci sembra fondamentale il contributo che ciascuno di noi può dare costituendo insieme un “laboratorio” per sperimentare un agire medico impostato sul paradigma della reciprocità.

La sfida è quella di provare a sostanziare il nostro lavoro quotidiano delle dimensioni di fraternità e di comunione, mettendole a fondamento di ogni relazione con i pazienti e con i colleghi e gli altri operatori sanitari.

di Antonio Acquaviva, Flavia Caretta e Antonia Testa

Documenti più scaricati

United World Project

Genfest Manila 2018

Genfest Manila 2018

Cerca

Health Dialogue Culture

Vuole contribuire all'elaborazione di una antropologia medica che si ispira ai principi contenuti nella spiritualità dell'unità, che anima il Movimento dei Focolari e alle esperienze realizzate in vari Paesi in questo campo.