Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.

STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE ”MEDICINA –DIALOGO-COMUNIONE”

Titolo I

Denominazione - Sede - Scopi – Durata

Art. 1
L’ASSOCIAZIONE “MEDICINA-DIALOGO-COMUNIONE” (M.D.C) è un’associazione senza fini di lucro. L’Associazione ha sede in Via IV novembre 7 00046 Grottaferrata (RM).  L’associazione potrà istituire sedi secondarie con delibera del Consiglio Direttivo.

Art. 2
L’Associazione ha lo scopo di:

  • promuovere iniziative di carattere culturale ispirate ad un’antropologia medica basata sul rispetto del valore e della dignità della vita umana e sullo scambio di esperienze attinenti l’ambito professionale;
  • svolgere ed organizzare in proprio o con la collaborazione d’altri organismi ed enti culturali, politici, religiosi, sociali, economici ed istituzionali attività culturali quali incontri, convegni, corsi di formazione anche professionale, mostre e altro di carattere regionale, nazionale e internazionale;
  • svolgere attività editoriali inerenti alle indicate finalità;
  • promuovere scambi con altre associazioni ed enti aventi oggetto analogo al proprio e stabilire con gli stessi tutti quei rapporti che siano ritenuti opportuni per il raggiungimento degli scopi associativi.

Art. 3
L’Associazione ha durata illimitata.

Titolo II

Soci

Art. 4
I soci si distinguono in:

  1. Soci fondatori
  2. Soci ordinari

Art.5
L'ammissione alla Associazione è subordinata alle seguenti condizioni:

  • presentazione della domanda;
  • accettazione senza riserve del seguente statuto.
  • versamento della quota stabilita dal Consiglio direttivo

La domanda, deve essere inoltrata per iscritto dal richiedente.
Il Consiglio Direttivo delibera insidacabilmente l'ammissione dell'aspirante socio a maggioranza dei consiglieri presenti.

Art. 6
Sono Soci fondatori i promotori ed i firmatari dell’atto costitutivo.
Sono Soci ordinari coloro che, avendo desiderio di collaborare attivamente nell’Associazione richiedano di farne parte facendone domanda.
Ogni socio ha diritto di voto ed è eleggibile per la nomina degli Organi Collegiali.

Art. 7
Tutti gli incarichi nell’ambito dell’Associazione sono uniformati al principio del volontariato e della gratuità.

Art. 8
Tutti i Soci dell’Associazione hanno l’obbligo di tenere un comportamento irreprensibile e che, comunque non arrechi, anche indirettamente, pregiudizio all’Associazione. I soci hanno diritto di essere informati periodicamente dell'attività del Consiglio e delle iniziative che intende intraprendere.

Art. 9
Il Socio può in qualsiasi momento notificare la sua volontà di recedere, con effetto dalla data di ricevimento da parte dell’Associazione della notifica stessa.
Il recesso non dà diritto a restituzione di quanto eventualmente versato

Art. 10
In presenza di gravi motivi, quali un comportamento pregiudizievole alle finalità ed al prestigio dell’Associazione, il mancato adempimento ai doveri inerenti alla qualità di Socio e/o gli impegni assunti verso l’Associazione,  il socio  può essere escluso con deliberazione motivata del Consiglio Direttivo. L’esclusione ha effetto dalla notifica del provvedimento. Il Socio può essere escluso anche quando in presenza di delibera del Consiglio direttivo di una quota annua per tutti soci, non provveda al versamento entro l’esercizio.


Titolo III

Patrimonio

Art. 11
Il Patrimonio dell’Associazione è costituito dalle quote iniziali versate in sede di atto costitutivo, dai beni mobili ed immobili che pervengono a qualsiasi titolo, da elargizioni o contributi da parte di Enti Pubblici o Privati, da persone fisiche e dalle quote dei soci.
Gli eventuali proventi delle attività sociali non potranno essere distribuiti agli associati, neppure attraverso forme indirette.
L’eventuale avanzo di gestione sarà reinvestito per lo svolgimento di attività istituzionali dell’associazione.


Titolo IV

Organi dell’Associazione

Art. 12
Sono Organi dell’ASSOCIAZIONE:

  1. l’Assemblea dei Soci;
  2. Il Consiglio Direttivo;
  3. Il Presidente e il Vice Presidente

Art. 13
Hanno diritto ad intervenire in Assemblea, con diritto di voto, tutti i Soci. I Soci possono farsi rappresentare da altri Soci, mediante delega scritta. Ogni Socio non può rappresentarne più di cinque.

L’Assemblea è convocata dal Consiglio Direttivo dell’Associazione:

  1. almeno una volta l’anno, per le delibere sul bilancio e per deliberare le direttive programmatiche per l’anno successivo;
  2. ogni tre anni per il rinnovo delle cariche sociali;
  3. ogni qualvolta il Presidente dell’Associazione lo ritenga opportuno, oppure ne sia fatta richiesta da almeno 1/3 dei Soci o da almeno la metà dei componenti il Consiglio Direttivo.


L’Assemblea inoltre:

  1. elegge il Consiglio Direttivo e determina il numero dei componenti,
  2. approva gli indirizzi generali dell’attività dell’Associazione;
  3. delibera sulle modifiche allo Statuto Sociale;
  4. approva i regolamenti che disciplinano lo svolgimento dell’attività dell’Associazione;
  5. delibera lo scioglimento e la liquidazione dell’Associazione e la devoluzione del suo patrimonio.

L’Assemblea è presieduta dal Presidente dell’Associazione o, in mancanza, da un Socio scelto tra i presenti.
L’assemblea è validamente costituita e delibera in prima convocazione a maggioranza di voti e con la presenza di almeno la metà dei soci. In seconda convocazione la deliberazione è valida qualunque sia il numero degli intervenuti.
Per la modifica degli statuti dell’associazione viene richiesta la presenza di almeno tre quarti dei soci e  il voto favorevole della maggioranza dei presenti.
Per lo scioglimento dell’associazione viene richiesto il voto favorevole dei tre quarti dei soci iscritti a libro soci.

Art. 14
L’Assemblea viene convocata dal Consiglio direttivo in prima ed in seconda convocazione, a distanza almeno di 24 ore, con l’indicazione dell’ordine del giorno mediante avviso scritto o con altro mezzo anche elettronico almeno 8 giorni prima della data fissata.

Art. 15
Il Consiglio Direttivo è formato da almeno 3 membri secondo le decisioni dell’assemblea dei soci che ne determina il numero.
Qualora venga meno la maggioranza dei consiglieri, l’intero consiglio si intende decaduto. Nell’ipotesi di dimissioni o cessazione dalla carica per qualsiasi motivo di un Consigliere, il Consiglio alla prima riunione utile provvede alla sua sostituzione per cooptazione , chiedendone la convalida alla prima assemblea.
Il Consiglio Direttivo è investito di ogni più ampio potere per tutti gli atti di gestione, sia ordinaria che straordinaria dell’Associazione senza alcuna eccezione, ed ha tutte le facoltà per l’attuazione ed il raggiungimento degli scopi sociali; in particolare:

  • elegge nel suo seno, il Presidente e il Vice Presidente,
  • approva e presenta all’Assemblea dei soci il bilancio
  • delibera sulle  domande presentate per l’ammissione a socio;
  • esegue le direttive programmatiche  su indirizzo  dell’Assemblea;
  • delibera sui casi di decadenza ed esclusione da socio.
  • delibera sulla quota di ammissione dei nuovi soci e può stabilire una quota annua per tutti i soci.


Art. 16
Il Consiglio Direttivo si riunisce tutte le volte che il Presidente lo ritenga necessario mediante lettera o altra comunicazione anche elettronica spedita almeno 5 giorni prima.
Può riunirsi anche a seguito di autoconvocazione  su richiesta della maggioranza assoluta dei suoi componenti.
Per la validità delle deliberazioni occorre la presenza della maggioranza dei componenti il Consiglio ed il voto favorevole della maggioranza dei presenti. In caso di parità prevale il voto del Presidente.
Il Consiglio è presieduto dal Presidente, in mancanza dal Vice Presidente, o, in assenza di entrambi, dal Consigliere più anziano.

Art. 17
Il Presidente e il Vice Presidente hanno disgiuntamente  la rappresentanza legale di fronte a terzi ed anche in giudizio. Essi  potranno  quindi rappresentare l’Associazione in tutti gli atti, contratti, giudizi, nonché in tutti i rapporti con enti, società, associazioni, istituti privati e pubblici.
Il Presidente cura l’esecuzione delle delibere assembleari e consiliari.

Art. 18
Il Consiglio Direttivo può dar vita ad un comitato tecnico – scientifico, composto da non meno di due membri, di nomina consigliare.
Il Comitato avrà il compito, qualora richiesto dal Consiglio direttivo, di fornire consulenza e pareri in ordine a tutte le iniziative adottate dal Consiglio stesso.
Potrà, anche in maniera autonoma, esprimere pareri e orientamenti sulle attività, progetti, iniziative dell’Associazione.
Il Consiglio sceglierà i membri del Comitato tra persone particolarmente impegnate nell’ambito della ricerca medica.

Art. 19
Tutte le cariche sono svolte a titolo gratuito, hanno la durata di tre anni e i componenti possono essere rieletti.


Titolo  V

Esercizio sociale 

Art. 20
L’esercizio sociale coincide con l’anno solare. Il Consiglio Direttivo, predisposto il bilancio lo sottoporrà alle delibere  dell’Assemblea, entro 4 mesi dalla chiusura dell’esercizio.



 
Titolo  VI

Scioglimento

Art. 21
In caso di scioglimento dell’Associazione, il patrimonio, dedotte le passività, sarà devoluto ad altri organismi che svolgono attività affine e senza scopi di lucro e che utilizzeranno detto patrimonio per fini di utilità sociale.
In tale ipotesi l’Assemblea provvede alla nomina di uno o più liquidatori.

Art. 22
Per quanto non previsto nel presente statuto si richiamano le norme del codice civile e la normativa del settore.

E' online il nuovo sito web HDC!

nuovo sito web HDC 

Health Dialogue Culture

Vuole contribuire all'elaborazione di una antropologia medica che si ispira ai principi contenuti nella spiritualità dell'unità, che anima il Movimento dei Focolari e alle esperienze realizzate in vari Paesi in questo campo.

Documenti più scaricati

United World Project

Contatto

Associazione MdC
Segreteria Internazinale

Via Frascati, 306
00040 Rocca di Papa (RM)
Italy

tel.: +39-06-94798261

icon contact

> scrivici

Login

La relazione di cura nella pratica medica

Personalizzare l’assistenza richiede di considerare unico ogni paziente nella sua globalità

Auguri di Buone Feste

Rapporti più umani in sanità

Rispondere alle trasformazioni sociali che generano crescenti diseguaglianze è una vera priorità per chi si occupa di salute pubblica; ma quale contributo possono dare

International seminar for Health workers

NOV. 23-25 2018 - MAN (Côte d'Ivoire) Multi-ethnical societies and medical practices. Anthropological and ethnografhic perspectives of Westen and African medicine.

I pensieri vanno in vacanza con i libri

L'invito a leggere come un'opportunità per liberare la mente e rilassarsi. Pensieri inondano continuamente la nostra mente. Spesso arrivano autonomi e difficilmente vanno in vacanza.

Summer School Barcellona 2018

Se sei un giovane professionista o uno studente di materie biomediche, avrai senz'altro iniziato a confrontarti. 

È aperta l'iscrizione!

Building Communities:

Promoting Health. La pediatra indiana Kezevino Aram, direttrice dell’International Center for Child and Public Health, sarà la protagonista dell’incontro che si terrà venerdì 8 giugno

Summer School Barcellona 2018

"L'arte della cura oggi: professionisti sanitari in dialogo". Se sei uno studente di materie biomediche o un giovane professionista, avrai senz'altro iniziato a confrontarti con le tante domande che oggi, più che in passato, tutti noi che operiamo nel mondo della salute ci poniamo.

È aperta l'iscrizione!

Congresso CARUARU 2018

Brasil 23-25 Agosto 2018. Diálogo Interdisciplinar na Construção da Saúde Integral. Atualmente é consenso comum que a bioquímica e a genética não são suficientes para uma compreensão perspicaz da saúde e da doença, e que se deve considerar o contexto pessoal e sociocultural subjacentes a ambos.

Congresso CARUARU 2018

Brasil 23-25 Agosto 2018. Diálogo Interdisciplinar na Construção da Saúde Integral. Atualmente é consenso comum que a bioquímica e a genética não são suficientes para uma compreensão perspicaz da saúde e da doença,