Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.

Programma di salute del Naranjo Frontera, Guatemala

“Dove non ci sono dottori, ci sono promotori di salute”

Naranjo, un villaggio guatemalteco del municipio Libertad, si trova a 4 ore di distanza dal primo ospedale. In un’area di circa 8000 Km quadrati, vi sono circa 170 villaggi. Vi sono centri sanitari, ma senza medici e con pochissime medicine, di fatto solo antidolorifici e vitamine. La malnutrizione dei bambini di età inf. ai 5 anni raggiunge il 40%, la malaria è endemica, sono in aumento diabete e ipertensione.Nel 2000, di fronte a questa situazione, ho iniziato un’azione di sensibilizzazione degli abitanti, in particolare dei giovani, sul bisogno di assicurare un servizio sanitario minimo. Nel 2001 ho iniziato una mini-formazione di un giorno al mese per un giovane e due padri di famiglia che avevano espresso il desiderio di imparare nozioni essenziali di pronto soccorso e di cura, per essere di aiuto alla gente.

A partire dall’anno seguente, si è continuata una formazione per promotori di salute in aree rurali senza medici, con il supporto dell’ONG americana CONCERN AMERICA. Con 6 corsi di una settimana ogni 2 mesi si è imparato a valutare i parametri vitali, riconoscere e trattare le malattie piu comuni (malnutrizione, diarree, vermi intestinali, malaria, infezioni respiratorie e urinarie), suturare, svuotare ascessi, fare un controllo prenatale, estrarre denti, diventando punti di riferimento e di consulenza nei villaggi ed accudendo i malati a casa. Nel 2006 si è avviato un corso di formazione per promotori nel Naranjo stesso e nel 2008 vi si è potuto costruire, con 5000 € ricevuti dall’Italia e mano d’opera volontaria da tutte le comunità vicine, una struttura per poter accogliere in un ambiente dignitoso i sempre più numerosi malati provenienti da tutta la regione: la “Casa della salute”. Oggi sono 45 i promotori di salute, provenienti da 35 diverse comunità, che accudiscono i malati a casa e nella Casa della salute. Medicine e servizi sono a prezzi accessibili ai più poveri. In questo modo i promotori possono ricevere il corrispondente di una giornata di lavoro e la Casa della salute si autosostiene. Si visitano inoltre regolarmente le comunità più lontane per “giornate della salute”. I promotori continuano la loro formazione partecipando a 2 corsi all’anno di aggiornamento. I medici di CONCERN AMERICA 2-3 giorni al mese fanno visita ai promotori per accompagnarli nei casi piu difficili e i promotori possono chiedere una loro consulenza quando sono in difficoltà attraverso skype. Il programma fa parte della pastorale della salute del Vicariato apostolico del Peten e può andare avanti grazie alla profonda amicizia creatasi tra i promotori, i medici di Concern, la comunità delle suore di San Giuseppe dell’apparizione del Naranjo e alcuni amici Italiani che garantiscono i fondi per l’acquisto delle medicine.

Sr. Enza Perlini , infermiera professionale, suora di san Giuseppe dell’Apparizione

Health Dialogue Culture

Vuole contribuire all'elaborazione di una antropologia medica che si ispira ai principi contenuti nella spiritualità dell'unità, che anima il Movimento dei Focolari e alle esperienze realizzate in vari Paesi in questo campo.


 

Documenti più scaricati

United World Project

AMU

Genfest Manila 2018

Genfest Manila 2018

Cerca