La promozione della sicurezza delle cure: c’è un ruolo per i pazienti?E’ necessaria una riflessione che parta da un’analisi delle iniziative internazionali, della situazione nazionale e di quanto già pubblicato in letteratura. La WHO World Alliance for Patient Safety è nata per il miglioramento della sicurezza delle cure dei pazienti. Una delle aree di azione è dedicata alla elaborazione e applicazione di programmi per la sicurezza e l’emancipazione dei pazienti e di sistemi di allerta e segnalazione dei rischi; La situazione italiana: 1. L’unica iniziativa istituzionale è la costituzione del Gruppo Accademia del cittadino Regione Toscana, per formare cittadini ai temi della qualità e sicurezza.

2. Si moltiplicano le iniziative di denuncia di sanitari e di richiesta di indennizzo. 3. Solo il laboratorio

di “Ricerca sul Coinvolgimento dei Cittadini in Sanità” dell’Istituto M. Negri ha svolto un’indagine sulle Associazioni e Federazioni di pazienti di cui si riportano i dati rilevanti:
viene sviluppato supporto agli associati, informazione e “lobby” presso opinione pubblica, istituzioni, politica; la partecipazione alla ricerca è scarsa, con delega totale agli esperti per l’interpretazione dei dati, ed inconsapevolezza dei possibili conflitti di interesse.
Suggerimenti per i pazienti dalla letteratura scientifica
Per le Azioni a livello personale :
gestione adeguata dei propri dati di salute; richiesta di spiegazioni dettagliate e di risposte esaurienti; sorveglianza sull’adozione delle precauzioni di sicurezza da parte degli operatori; rispetto delle preferenze, valori, necessità dei pazienti; richiesta di trasparenza in caso di errori; atteggiamento di fiducia e di collaborazione verso gli operatori sanitari e non di conflitto/minaccia; partecipazione alle scelte sanitarie.
Per le Azioni a livello di gruppi/associazioni :
Definizione degli obiettivi della ricerca clinica.
I quesiti oggetto di ricerca sono di fatto decisi solo dai ricercatori e/o dalle aziende farmaceutiche. Sono invece necessarie nuove strategie collaborative che includano anche i pazienti e le loro associazioni. .
L’interpretazione critica dei dati provenienti dalla ricerca clinica
Un esempio è costituito dai casi di richiesta di autorizzazione all’uso di terapie di non provata efficacia in mancanza di alternative terapeutiche.

Patoia L (2013) Il ruolo dei pazienti per la sicurezza delle cure. In: Tartaglia R, Vannucci A (a cura di) Prevenire gli eventi avversi nella pratica clinica. Springer-Verlag Italia, Milano, pp 23-30).

Lucio Patoia
Medicina Interna e Scienze Oncologiche, Azienda Ospedaliera di Perugia;
Ce.R.P.E.A. ( Centro Regionale per la Promozione dell’Efficacia e dell’Appropriatezza in sanità – Umbria), Perugia;
Patient for Patient Safety , Perugia, Italy

Genfest Manila 2018

Genfest Manila 2018

Health Dialogue Culture

Vuole contribuire all'elaborazione di una antropologia medica che si ispira ai principi contenuti nella spiritualità dell'unità, che anima il Movimento dei Focolari e alle esperienze realizzate in vari Paesi in questo campo.

Google+

Dialogare per Cambiare il mondo

Dialogare per cambiare il mondo

Documenti più scaricati

United World Project

Contatto

Associazione MdC
Segreteria Internazinale

Via Frascati, 306
00040 Rocca di Papa (RM)
Italy

tel.: +39-06-94798261

icon contact

> scrivici

Login

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.